29 LUGLIO

INCONTRO + SPETTACOLO + SPETTACOLO
DALLE ORE 19:00

FABRIZIO FAVALE / LE SUPPLICI (IT)

 

ORE 19.45 / ARENA TEATRO INDIA

IBIS TANZ

prima romana

coreografia Fabrizio Favale
assistente alla creazione Andrea Del Bianco
costumi e scene First Rose
danzatori Daniele Bianco, Vincenzo Cappuccio
prodotto da KLM – Kinkaleri / Le Supplici / mk
coproduzione Festival MilanOltre
con il contributo di MIBACT, Regione Emilia-Romagna, Fondazione Del Monte, ATER

 

ORE 20.15 / ARENA TEATRO INDIA

LUTE

arrivo delle scintille e dei bagliori in ogni cosa

prima romana

ideazione e coreografia Fabrizio Favale
set, costume e video effects First Rose
danzatori Daniele Bianco, Vincenzo Cappuccio
musica Alex Somers, Paul Corley, Sigur Rós
tour manager e promozione Andrea A. La Bozzetta
una produzione KLm – Kinkaleri / Le Supplici / mk
co-produzione Festival MilanOltre
con il contributo di MIBACT, Regione Emilia-Romagna
realizzato in residenza creativa presso ALASKA, un programma sperimentale a cura di AMAT e Klm

Ibis Tanz
è una danza eseguita in coppia su un tappeto rosa con calzamaglia rosa brillante e a piedi nudi. Le coppie possono essere molte, a seconda del contesto e delle dimensioni del luogo. I movimenti sono semplici e codificati ma eseguiti liberamente e in modo casuale dagli artisti, creando un dialogo ripetitivo e mutevole allo stesso tempo. Questa danza è dedicata a tutti gli animali.

 

Lute - Arrivo delle scintille e dei bagliori in ogni cosa
è lo scintillare della brace in un antico dialetto italico. Quell’enigmatico scintillare che tanto ipnotizza in geometrie evanescenti. Come se fosse la pulsazione di un codice tanto alieno quanto universale. Come i linguaggi che non comprendiamo ma che ci catturano come in sogno: lo straniero, tutti gli animali, le piante, i minerali, le macchine. Che ci lascia interdetti e innamorati come se fosse il dire di tutte le cose. È davanti a quelle braci che l’uomo ha iniziato a raccontare storie fantastiche. Quasi che quel luccicare fosse la dimora stessa e l’origine del sogno ad occhi aperti, dell’invenzione.

Fabrizio Favale
Full Scholarship presso American Dance Festival, Duke University USA 1990. Come danzatore riceve nel 1996 il “premio della critica come miglior danzatore italiano dell’anno”. Come coreografo nel 2011 la “Medaglia del Presidente della Repubblica al talento coreografico italiano”. Dal 1991 al 2000 è danzatore per la compagnia Virgilio Sieni. Nel 1999 fonda la compagnia Le Supplici. È ideatore di una serie di progetti indipendenti dedicati alla ricerca tra cui: Piattaforma della Danza Balinese per Santarcangelo Festival (co-ideato assieme ai coreografi Michele di Stefano e Cristina Rizzo), e “Circo Massimo” per Teatro Duse Bologna. Collabora con musicisti internazionali come Mountains, Teho Teardo, Daniela Cattivelli. Dal 2017 il coreografo è invitato a tenere lezioni presso la Scuola di Alta Formazione dell’ERT e presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, realizzando assieme agli studenti anche una serie di performance sperimentali. Nel 2015 assieme a Kinkaleri e Mk fonda KLm, raggruppamento di co-progettazione artistica e innovazione.

INCONTRI

ORE 19:00 / ARENA TEATRO INDIA

Incontro alla Visione
a cura di Casa dello Spettatore

Gli incontri a cura di Casa dello spettatore tra opere, spettatrici e spettatori nel tempo disteso dell’estate, creano un’occasione per ri-trovarsi in un fuori programma che, a partire dall’esperienza di vedere la danza contemporanea riattiva, dopo una lunga e forzata pausa, una conversazione in presenza tra città e creatività.

Gli incontri si terranno nell'area bar del Teatro India,
i posti sono limitati e la prenotazione obbligatoria:
349 5941419 / info@casadellospettatore.it