28 / 29 / 30 SETTEMBRE

SPETTACOLO + DOCUFILM ON-LINE
DALLE ORE 19:30
SPIAZZATO

MAURO ASTOLFI / SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET (IT)

spiazzato spellbound
28 + 29 SETTEMBRE
ORE 19.30 + 20.00 / CORTILI DEL QUARTICCIOLO

prima assoluta

coreografia e regia Mauro Astolfi
assistente alla coreografia Alessandra Chirulli
interpreti Maria Cossu, Mario Laterza, Mateo Mirdita, Riccardo Ciarpella, Lorenzo Capozzi, Caterina Politi, Aurora Stretti, Linda Cordero, Giuliana Mele
Le produzioni di Spellbound sono sostenute dal MIBACT

SINOSSI

Nel 2020 corre il venticinquennale di Spellbound Contemporary Ballet, nota compagnia di produzione italiana diretta dal coreografo Mauro Astolfi. Tra gli eventi legati alle celebrazioni dell’importante ricorrenza, l’ensemble romano progetta una performance site-specific, frutto della riflessione nel periodo della pandemia e della conseguente costrizione umana e artistica. Spiazzato nasce ad hoc per i cortili del Quartiere Quarticciolo (Municipio V) che li rende ambienti domestici, a partire dallo stato d’animo appunto di scoramento e smarrimento che ci ha colto alla sprovvista in questi mesi vissuti nell’incertezza del futuro e nella paura del presente per costruire attraverso tre stazioni performative, tre diversi ambienti casalinghi trasposti negli spazi esterni dei lotti.
In questa dimensione gli spettatori, da casa, affacciati alle finestre, possono godere senza uscire di casa di tre diversi momenti coreografici in cui il teatro danza ripropone in versione coreografata umori, stati d’animo e ambienti familiari. Le tappe, tre in diverse aree del quartiere, sono consecutive a livello temporale e conseguenziali a livello di contenuti, come a voler raffigurare tre momenti di vita quotidiana di una famiglia i cui caratteri e personalità prendono forma e vita nei corpi dei danzatori. Le performance dal vivo diventano successivamente protagoniste nel Docufilm trasmesso online sulla pagina facebook del Festival e del Teatro Biblioteca Quarticciolo, Può essere immaginata come un terzo sguardo, un altro punto di vista per chi, sempre da casa, vuole e può vedere il cortometraggio nella sua interezza e completezza il giorno seguente a chiusura di Manifestazione il 30 settembre.

BIO

Spellbound Contemporary Ballet. Nasce nel 1994 per volontà del coreografo Mauro Astolfi cui si è aggiunta alla guida due anni dopo Valentina Marini con cui la compagnia ha avviato una intensa attività di internazionalizzazione.
Forte di una cifra stilistica inconfondibile esaltata da un ensemble di danzatori di eccellenza, Spellbound si colloca oggi nella rosa delle proposte italiane maggiormente competitive sul piano internazionale, convincendo le platee dei principali Festival di Europa, Asia, Americhe.
La Compagnia ha posto negli anni le basi di un percorso dove il divario tra spettatore, amatore e artista si è fatto sempre più sottile, alimentando attraverso venticinque anni di seminari e workshop una filiera creativa che ha avvicinato al palcoscenico migliaia di danzatori e curiosi e consolidando questo processo ha dato luogo a un autentico vivaio in termini di formazione in rapporto dialettico con la Compagnia, processo culminato con la residenza presso Daf Dance Arts Faculty. L’esperienza di oltre 25 anni in ambito professionale ha rafforzato il know how di un team consolidato di professionisti capace di accogliere progetti di produzione e gestione con una spiccata vocazione all’internazionalizzazione.
Le attività di Spellbound infatti, oltre alla centralità autoriale del coreografo Mauro Astolfi, principale coreografo residente, abbracciano una serie di progetti in rete anche con altri artisti e istituzioni su scala internazionale, come la coproduzione internazionale Pa|Ethos a firma del coreografo tibetano Sang Jijia in collaborazione con Fabbrica Europa, Scuole Civiche Paolo Grassi, Marche Teatro, Bejing Dance Festival, La Mode, installazione a firma di Tomoko Mukayiama e Tojo Ito che ha inaugurato il National Taichung Theater a Taiwan nell’ottobre 2016, la performance installazione Re-Mark a cura del coreografo Sang Jijia in rete produttiva con Fondazione Fabbrica Europa, City Contemporary Dance Company Hong Kong, Versilia Danza, il recente progetto Collapse a firma di Francesco Sgrò fino alla recente coproduzione in partnership con Grand Theater de Luxembourg in debutto nel settembre 2019 e la rete europea Dancing Partners.
Nel 2020 corre il venticinquennale della Compagnia, un anniversario suggellato da una nuova produzione che accoglie in una unica serata un trittico d’autore a firma di Mauro Astolfi, Marcos Morau e Marco Goecke.
Le attività di produzione sono inoltre sostenute dal Ministero per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo a partire dal 2000.

DOCUFILM ON-LINE

30 SETTEMBRE / ORE 20:30 / PAGINA FACEBOOK DEL FESTIVAL

SPIAZZATO

Le performance dal vivo realizzate il 28 e il 29 settembre nei cortili del Quarticciolo
diventano protagoniste nel Docufilm trasmesso online sulla pagina facebook del Festival e del Teatro Biblioteca Quarticciolo,
Può essere immaginata come un terzo sguardo, un altro punto di vista per chi, sempre da casa,
vuole e può vedere il cortometraggio nella sua interezza e completezza il giorno seguente a chiusura di Manifestazione.